Stiamo caricando

Le strade invisibili. Una centrale, due giorni, tre eventi

Le strade invisibili. Una centrale, due giorni, tre eventi

Le strade invisibili

Sabato 13 ottobre // ore 21
Domenica 14 ottobre // ore 18
Laboratorio Aperto ex Centrale AEM Modena (viale Buon Pastore 43) - Modena

drammaturgia a cura di Emanuele Aldrovandi
con Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone e con gli allievi della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore, corso Attore Internazionale, approvato dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

Una mise en espace costruita per l’occasione, per raccontare attraverso lo spazio recuperato dell’ex Centrale AEM il groviglio di strade, vie, reti che corre sotto i nostri occhi. Lo scheletro vitale e frenetico delle nostre città.La città e il suo doppio, nascosto, silenzioso, sempre in movimento. La città e il suo dedalo di strade sotterranee, fatte di fili, di cuniculi, di ghiaia e pietra, di ferro e rame. Ma cosa si confabula in questo mondo sotto sopra, che celato ai nostri occhi si irradia ovunque, e che entra nelle nostre case, nei frigoriferi, nei caloriferi, nelle caldaie e nei lavandini? Cosa si pensa e cosa si trama, mentre noi corriamo nella nostra vita frenetica di tutti i giorni? Cosa si sogna dentro le “strade invisibili”, al di sotto di noi? Si sogna, e in grande…

Ingresso gratuito con biglietto 
I biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro Storchi da sabato 6 ottobre nei consueti orari di apertura martedì, venerdì, sabato ore 10-13 e 16.30-19; mercoledì e giovedì 10-14) o prenotati all’indirizzo mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com
Ogni persona può ritirare o prenotare un massimo di 2 biglietti

 

Moderneide. Oggidiani o misoneisti?

Domenica 14 ottobre // ore 21
Laboratorio Aperto ex Centrale AEM Modena (viale Buon Pastore 43) - Modena

con Lino Guanciale

Evento conclusivo della Settimana della Cultura 7 -14 ottobre 2018 nell’ambito di EnERgie Diffuse – Emilia-Romagna Un patrimonio di culture e umanità

L’infinita diatriba tra tradizione e novità, tra “apocalittici e integrati”, tra le ragioni del passato e quelle del futuro, ripercorsa ironicamente in un recital con Lino Guanciale.

Un recital tutto dedicato alla discussione interminabile, appassionata e spesso accesissima tra chi sostiene le ragioni di ieri e chi difende quelle di domani. Memoria e utopia, eredità e novità, passato e futuro sono i due poli, spesso opposti, verso cui da secoli la nostra civiltà tende, azzuffandosi e riconciliandosi di volta in volta. E da questa continua tensione tra “apocalittici e integrati”, come li definiva Eco, chissà che non venga quella scintilla capace di accendere la nostra immaginazione a farci plasmare e migliorare la realtà.

Ingresso gratuito con biglietto 
Da sabato 6 ottobre 100 biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Teatro Storchi  nei consueti orari di apertura martedì, venerdì, sabato ore 10-13 e 16.30-19; mercoledì e giovedì 10-14), 50 prenotati all’indirizzo mail biglietteria@emiliaromagnateatro.com (dalle ore 10)
Ogni persona può ritirare o prenotare un massimo di 2 biglietti

 

Modena e la letteratura

Sabato 13 ottobre // ore 16.30-19.30
Domenica 14 ottobre // ore 11-13 e ore 15-17
Laboratorio Aperto ex Centrale AEM Modena (viale Buon Pastore 43) - Modena

con Donatella Allegro, Michele Dell’Utri, Simone Francia, Diana Manea, Eugenio Papalia, Franca Penone e con gli allievi della Scuola di teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore, corso Attore Internazionale, approvato dalla Regione Emilia-Romagna e cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo

Un’istallazione in forma di lettura per scoprire, ascoltando i brani più affascinanti di scrittori legati a Modena, gli spazi dell’ex Centrale AEM.

Un fine settimana di aperture straordinarie del Laboratorio Aperto ex Centrale AEM Modena, che per l’occasione prenderà vita come fosse l’antologia d’eccezione delle più belle pagine nate dalla fantasia, dall’ironia e dall’intuizione degli scrittori modenesi. Un’omaggio all’energie creative della città.

Ingresso gratuito