fbpx
Stiamo caricando

Miri

Bassekou Kouyaté & Ngoni Ba in concerto

A proposito di questo concerto

Presso MAST.Auditorium (via Speranza 42)

Bassekou Kouyaté è certamente uno dei più grandi maestri dello ngoni, un antico strumento a quattro corde fatto con una zucca e con pelle di capra, tradizionale del’Africa Occidentale, che prende il nome dagli Ngoni, una popolazione in cui è molto forte la tradizione orale dei griot, i cantori dell’Africa occidentale. Kouyaté è nato in un piccolo villaggio lungo le rive del Niger e suona come musicista dagli anni ottanta; è al tempo stesso un virtuoso, un innovatore e un portavoce della tradizione. Icona della world music, vincitore del BBC Music Award, Kouyaté nel corso degli anni ha suonato con alcuni dei più grandi artisti di diversi generi. Ha accompagnato la superstar del Mali Ali Farka Touré nel suo ultimo tour nel 2005 (lo stesso anno Kouyaté ha fondato Ngoni Ba). Ma ha anche condiviso palcoscenici con artisti del calibro di Damon Albarn (Blur), John Paul Jones (Led Zeppelin), Bono e Sir Paul McCartney.

Bassekou Kouyaté è capace di stregare il mondo con le risonanze impure del suo ngoni, strumento che lui stesso ha fabbricato di diverse dimensioni e accordature, che ha elettrificato rivoluzionando le tecniche di esecuzione e, in contrasto con una tradizione centenaria, suonandolo in piedi.
Ngoni Ba, il gruppo di musicisti e cantanti che lo accompagna sul palco – tra i quali la splendida voce di Amy Sacko, moglie di Bassekou – intreccia e ricama i suoni, dilatando e rinnovando lo spettro espressivo dello strumento lungo le linee di una tradizione da sempre al contempo eclettica e meticcia.
L’ultimo album del gruppo, “Miri”, che dà il titolo anche a questo concerto, è un inno all’amore, alla famiglia e all’amicizia. La canzone strumentale del titolo scorre come un fiume: ritmica, calma, ma anche spinosa e inesorabile. Per questo disco, Kouyaté torna nel suo paese natale, e il brano strumentale “Miri” racconta proprio la sensazione di questo ritorno: Bassekou Kouyaté siede sulla riva del Niger, lontano da ogni rumore, dal traffico e dalle turbolenze politiche di Bamako, e pensa alla vita.

Durata: 1 ora e 15 minuti
Prenotazione obbligatoria a partire dal 27 gennaio 2020 sul sito mast.org

Dati

ngoni solista  Bassekou Kouyaté
voce solista  Amy Sacko
ngoni basso  Mamadou Kouyaté
diverse percussioni (yabara, tama)  Mahamadou Tounkara
calebasse, hi-hat, piatti  Moctar Kouyaté
ngoni medio  Abou Sissoko
in collaborazione con

Video