Stiamo caricando
ERT per l'8 marzo
Classe aperta, appunti per una pedagogia teatrale // ogni giovedì su ERTonAIR
Avviso di Selezione Direzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

Modena, 9 febbraio 2021 È scaduto ieri, lunedì 8 febbraio, alle ore 13.00, il termine per l’invio delle domande di partecipazione all’Avviso di...
esplora la nostra rete
Modena
Vai al sito
Vignola
Vai al sito
Castelfranco Emilia
Vai al sito
Bologna
Vai al sito
Cesena
Vai al sito

ERTonAIR è il nome del contenitore che ha permesso al nostro teatro di non interrompere il rapporto con il pubblico anche durante i lunghi mesi di lockdown. Nei momenti di più cogente emergenza sanitaria, l’attività di streaming online è diventata di fatto il nucleo vivo di una proposta alternativa, che – pur dovendo rinunciare temporaneamente al contatto fisico e all’aggregazione – ha immaginato il teatro come luogo di pensiero.
Il progetto di ERTonAIR è quello di allargare la visione sulle arti performative, aprendo squarci di riflessione sul mondo e compiendo visite dietro le quinte del nostro stesso pensiero.

... i nuovi contenuti...

Dacia Maraini nel suo ultimo libro Il coraggio delle donne (il Mulino, 2020) scrive: “La storia la raccontano sempre i vincitori e la storia della femminilità...
Dopo la Giornata della Memoria prosegue con la Giornata internazionale dei diritti della donna l’impegno di ERTonAIR nel dare spazio alle ricorrenze...
Un ciclo di dialoghi online in onda alle ore 21.00 su questa pagina ogni giovedì dal 25 febbraio all’8 aprile Nato all’interno della Scuola di...

Così sarà! La città che vogliamo

Un progetto di teatro partecipato, audience development, di pedagogia civica e di promozione territoriale, rivolto a un pubblico di giovani cittadini, tra gli 11 e 25 anni, coinvolti in processi performativi e creativi, con l’obiettivo di fondare una nuova “città ideale”. Le attività prenderanno vita sul territorio comunale di Bologna a partire da novembre 2019 fino al maggio 2021, attraverso una rete di realtà culturali e teatrali.

Così sarà! La città che vogliamo è realizzato da ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione nell’ambito del progetto BO3.3.1i del PON Metro 14-20, Asse 3 – Servizi per l’inclusione sociale, insieme ad altri operatori teatrali del territorio bolognese: Altre Velocità, Cassero LGBTI center, Kepler-452, Teatro Testoni Ragazzi – La Baracca, Compagnia Teatro dell’Argine.

News

AlmaCityLab è un programma promosso dall’Università di Bologna (I.D.E.A. - Innovation Development Entrepreneurship Alma Mater) nel quadro delle iniziative...
LA PRESA DEL POTERE Un ciclo speciale delle Lezioni di Storia in streaming dal 7 marzo al 16 maggio 2021. Un progetto ideato dagli Editori Laterza in...
Un percorso in quattro tappe nato dall’incontro di Teatro Arcobaleno con Giuliana Musso e il suo ultimo lavoro DENTRO, spettacolo che ha debuttato la...

La produzione teatrale di ERT

Emilia Romagna Teatro Fondazione è prima di tutto un centro di produzione teatrale. Con all’attivo la creazione di oltre 200 spettacoli, sviluppa le proprie politiche teatrali in due direzioni fondamentali: la collaborazione con gli artisti da un lato e, dall’altro, la ricerca di tipologie spettacolari e spaziali alternative alla grande sala, all’insegna di un incontro con il pubblico diversificato e complesso. 

Fino all’inverno del 2020, il progetto europeo Atlas of Transitions promuoverà incontri, produzioni e laboratori creativi in sette paesi – Italia, Svezia, Albania, Grecia, Belgio, Francia, Polonia. Migranti, richiedenti asilo e cittadini realizzeranno performance collettive in diversi spazi delle città – teatri, biblioteche, piazze, abitazioni private – per creare contesti di partecipazione in cui condividere esperienze artistiche e di vita.

Mediatori del reale

Dramaturg fra teatri e città
Il progetto si propone di valorizzare, attraverso la pratica della residenza, il lavoro del dramaturg. Nello specifico, attraverso un percorso di ricerca sul campo articolato in sei tappe, un gruppo di dramaturg formatisi al corso di Alta formazione presso la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di ERT si prefigge l’obiettivo di indagare e ripensare le relazioni tra le città, gli abitanti e i rispettivi teatri. 

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”

La formazione con ERT

Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro

Cruciale per ERT è l’attività di formazione teatrale professionale che l’ente sviluppa precipuamente attraverso la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro – laboratorio permanente per l’attore. Questo vivaio di giovani artisti – nato nel 2015 sulla scorta delle precedenti esperienze di pedagogia dell’attore di ERT per formare interpreti internazionali che, forti di una tradizione scenica nazionale, possano affrontare anche mondi teatrali diversi dal proprio senza per altro rinunciare alla loro identità –, affianca corsi professionalizzanti a corsi di specializzazione attoriale affidati a Maestri stranieri, incaricati di aiutare i giovani attori ad affinare il loro bagaglio tecnico-artistico e a metterlo in discussione.