fbpx
Stiamo caricando

Il Capitale

Un libro che ancora non abbiamo letto

A proposito di questo spettacolo

Ci dispiace comunicare che, a causa di alcuni casi di positività al COVID-19 riscontrati nel gruppo di lavoro de Il Capitale. Un libro che ancora non abbiamo letto di Kepler-452, siamo costretti a rinviare il debutto, previsto il 25 gennaio 2022 al Teatro Arena del Sole di Bologna, al prossimo autunno.

Dovendo al momento sospendere la costruzione dello spettacolo, ERT / Teatro Nazionale insieme a Kepler-452 ha deciso con grande rammarico di posticipare l’appuntamento con il pubblico.

Per il rimborso o la sostituzione dei biglietti o per il cambio rateo dell’abbonamento è possibile rivolgersi alla biglietteria del Teatro.


La compagnia bolognese Kepler-452 decide di mettere in scena Il Capitale di Marx.
Comincia così un’indagine sul campo, sui diversi aspetti del mondo del lavoro nell’Italia del 2021, l’Italia dello sblocco dei licenziamenti e della deindustrializzazione. Dopo alcune tappe, tra i braccianti sick dell’agropontino e il mondo della logistica, la compagnia sceglie di fermarsi al presidio GKN di Campi Bisenzio, dove trascorre l’autunno del 2021.

Qui inizia un percorso di avvicinamento al mondo della fabbrica e delle lotte che li conduce a portare in scena con loro tre lavoratori GKN: Felice, Tiziana e Francesco.
Insieme a loro tenteranno di portare in scena uno dei testi cardinali del pensiero marxista, svelandone gli effetti sulla vita delle persone.

Il Capitale visto attraverso gli occhi degli operai GKN, gli operai GKN visti attraverso gli occhi del Capitale.


Note:
“Il Capitale di Karl Marx è un libro che consta di 1.263 pagine. Il primo volume.
Noi non l’abbiamo mai letto. Malgrado ciò è un libro fondamentale della nostra vita […] Sappiamo che il nostro sguardo sul mondo non sarebbe lo stesso, senza quel libro.
Forse è arrivato il momento di leggerlo.
1.263 pagine. Richieste competenze filosofiche, economiche, sociologiche, scientifiche. Logiche. Che non abbiamo.
Come leggerlo, dunque? L’unica risposta che possiamo dare, nel nostro caso, è: portando in scena questo percorso, cercando nella realtà che ci circonda, nella cronaca, nella vita, nelle relazioni, nelle persone, dove quelle pagine diventano qualcosa di concreto, umano, vivo.”

prima assoluta

Dati artistici

un progetto di Kepler-452
drammaturgia e regia Enrico Baraldi e Nicola Borghesi
con Nicola Borghesi
e Tiziana De Biasio, Felice Ieraci, Francesco Iorio
Collettivo di fabbrica lavoratori GKN
produzione ERT / Teatro Nazionale
una produzione di Il Capitale • Produzione Emilia Romagna Teatro

Video