Stiamo caricando

In girum imus nocte et consumimur igni

(Andiamo in giro la notte e siamo consumati dal fuoco)

A proposito di questo spettacolo

Il coreografo e regista Roberto Castello sceglie per il suo spettacolo, ipnotico e oscuro, un enigmatico palindromo latino, la cui traduzione è «andiamo in giro la notte e siamo consumati dal fuoco». Una pulsante metafora della condizione umana, fra fatica e dolore, empatia e amara comicità; un rito catartico autentico in quello che il critico Rodolfo di Giammarco ha definito «un capolavoro della danza».

Dati artistici

progetto e coreografia Roberto Castello
in collaborazione con Giselda Ranieri, Irene Russolillo, Mariano Nieddu, Stefano Questorio, Ilenia Romano
interpreti Mariano Nieddu, Stefano Questorio, Giselda Ranieri, Ilenia Romano
(secondo cast Erica Bravini, Riccardo De Simone, Michael Incarbone)

assistente Alessandra Moretti
luci, musica, costumi Roberto Castello
costumi realizzati da Sartoria Fiorentina, Csilla Evinger
produzione ALDES
con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana/Sistema Regionale dello Spettacolo menzione speciale BeFestival – Birmingham 2016

nell’ambito di CARNE focus di drammaturgia fisica

foto di Alessandro Colazzo