fbpx
Stiamo caricando

Quanto immuni sono le democrazie dal rischio autoritario?

Incontro con Nadia Urbinati in dialogo con Giulia Penta e Martina Ucci

A proposito di questo spettacolo

per il ciclo Cosmopolis Live!

Con più frequenza emerge nei paesi democratici – anche in seguito alla pandemia – una diffusa insoddisfazione per il governo democratico, per le sue promesse non mantenute di garantire ai cittadini eguale dignità e un potere politico non aleatorio. Statistiche e sondaggi mostrano come siano proprio le nuove generazioni a manifestare disamore più intenso nei confronti di questa forma di governo e pratica politica. La trasformazione dei sistemi di decisione e di formazione del discorso pubblico e la mutazione della rappresentanza hanno cambiato la fisionomia della democrazia così come si era stabilizzata dopo la Seconda Guerra mondiale. Da dove proviene e come si manifesta questa disaffezione? Quanto immune è dai rischi autoritari? Nadia Urbinati dialoga con due rappresentanti di questa giovane generazione, nel tentativo di porre domande pertinenti e sollevare problemi, senza l’illusione di diradare i dubbi, che restano comunque risorse vitali per la ragione critica.

Nadia Urbinati è docente di Teoria politica alla Columbia University di New York. È autrice di vari volumi sulla teoria della democrazia e la rappresentanza. Il suo recente saggio Me The People. How Populism Transforms Democracy (Harvard University Press 2019, edizione italiana il Mulino) ha ricevuto il Premio Capalbio 2020. Con Luciano Vandelli è autrice di Democrazia del sorteggio (Einaudi 2020).  Nel 2008 è stata insignita dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica.

Dire+Fare=Fondare è parte di Così sarà! La città che vogliamo, un progetto promosso dal Comune di Bologna, realizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione, finanziato dall’Unione Europea – Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020.

www.cosisara.it Instagram / Facebook

Dati artistici

con Nadia Urbinati, Giulia Penta e Martina Ucci
in collaborazione con
Sotto gli auspici del Centro per il libro e la letteratura 
Patto per la Lettura
Nell'ambito di
Con il sostegno di