Stiamo caricando

Void

A proposito di questo spettacolo

La nuova creazione del grande coreografo e regista belga Wim Vandekeybus e della sua compagnia Ultima Vez, parte dall’esplorazione del vuoto, condizione da cui muoversi per conquistare una nuova forma di consapevolezza. Corpi che si attraggono l’un l’altro come minerali e magneti. Il movimento come espressione dello stato interiore più profondo. Un vuoto che offre infinite possibilità di essere riempito.

prima nazionale

Dati artistici

regia e coreografia Wim Vandekeybus
creato ed eseguito da Iona Kewney, Lotta Sandborgh, Cola Ho Lok Yee, Paola Taddeo, Adrian Thömmes, Hakim Abdou Mlanao
assistente artistico e drammaturgia Margherita Scalise 

scenografia Wim Vandekeybus
disegno luci Wim Vandekeybus, Benjamin Verbrugge
tecnici Schröder, Pepijn Mesure, Benjamin Verbrugge
produzione Heleen Schepens, Kenneth Raemaekers
coproduzione KVS Brussels’ Flemish city theatre, Danseu Festival, Theater im Pumpenhaus, Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale
con il supporto di Tax Shelter measure of the Belgian Federal Government, Ufund
distribuzione Julia Bouhjar 

Ultima Vez è supportata da the Flemish Community & the Flemish Community Commission of the Brussels Capital Region  

Questa produzione fa parte di ERASMUS-EDU-2024-PI-ALL-INNO

nell’ambito di CARNE focus di drammaturgia fisica

immagine di copertina di Pieter-Jan De Pue
foto delle prove Wim Vandekeybus

una produzione di Void • Produzione Emilia Romagna Teatro