Stiamo caricando

Ravensbrück, 1945. Appunti per un ritorno a casa

Ravensbrück, 1945. Appunti per un ritorno a casa

Un romanzo. Una testimonianza. Una storia privata. Un momento cruciale del destino e della memoria collettiva di una generazione. Una voce da salvare: la guerra e la pace raccontate da una donna. Ravensbrück, 1945: Lidia Beccaria Rolfi, deportata politica, liberata dagli Alleati, inizia la lunga marcia verso l’Italia. Russi, americani, donne e bambini, prigionieri nazisti, malati e moribondi: tutti insieme incontro a una pace ancora da inventare. I primi anni di libertà. L’Italia fascista del postfascismo: anni di speranza e delusione, ingiustizie e discriminazioni, persino tra i familiari, gli amici, gli ex compagni. Il Lager è una colpa che non si può cancellare.

In questo omaggio in voce, attrici e attori della Compagnia permanente di ERT estraggono frammenti dal testo dell’autrice per creare un racconto polifonico in cui la lettura ad alta voce abita un luogo che ha annullato i propri confini. Perché mai, davvero, si può tornare a casa.

da L’esile filo della memoria Ravensbrück, 1945 un drammatico ritorno alla libertà, (Einaudi 1996) di Lidia Beccaria Rolfi
drammaturgia di Sergio Lo Gatto
letture a cura di Michele Lisi, Elena Natucci, Cristiana Tramparulo, Jacopo Trebbi (Compagnia permanente di ERT Fondazione)
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione 
Nell'ambito del Patto per la Lettura Bologna

Scopri tutte le iniziative delle altre città di ERT