fbpx
Stiamo caricando

Bros

A proposito di questo spettacolo

Un gruppo di uomini anonimi, all’oscuro dello spettacolo, in divisa da poliziotto, apprende in tempo reale dei comandi da un auricolare e si impegna a portare a compimento l’ordine.

In gioco c’è l’acquisizione immediata di una parte “da recitare”: azioni da compiere anche quando non sono comprensibili le intenzioni.

È una riflessione sul rapporto con la Legge, la responsabilità individuale e collettiva, la dimensione gregaria. Ma anche il Testo letterario-teatrale assurge al ruolo di Legge.
Alle presenze pseudo-attoriali è chiesto di incarnare una qualità scenica che vive nell’istantaneità di compimento dell’azione che taglia fuori ogni psicologia meditata per far spazio alla verità dell’esperienza. Nessuna improvvisazione, ma il baratro di un presente assoluto.

Dati artistici

concezione e regia Romeo Castellucci
musica Scott Gibbons
dramaturg Piersandra Di Matteo
motti Claudia Castellucci
con gli agenti Valer Dellakeza, Luca Nava, Sergio Scarlatella
e con un gruppo di uomini dalla strada
produzione Societas
in co-produzione con Kunsten Festival des Arts Brussels; Printemps des Comédiens Montpellier 2021; LAC-LuganoArte Cultura; Maillon Théâtre de Strasbourg-Scène Européenne; Temporada Alta 2021; Manège-Maubeuge Scène nationale; Le Phénix Scène nationale Pôle européen de création Valenciennes; MC93 Maison de la Culture de Seine-Saint-Denis; ERT Emilia Romagna Teatro (Italy); Ruhrfestspiele Recklinghausen; Holland Festival Amsterdam; V-A-C Fondazione; Triennale Milano Teatro; National Taichung Theater, Taiwan

foto di Stephan Glagla

una produzione di Bros • Produzione Emilia Romagna Teatro