fbpx
Stiamo caricando

Earthbound ovvero le storie delle Camille

A proposito di questo spettacolo

Earthbound è uno spettacolo di fantascienza che immagina un futuro prossimo nel quale la manipolazione del genoma umano riporta la vita in aree del pianeta danneggiate dall’uomo. È un monologo per attrice e creature animatroniche che trasforma in teatro il pensiero eco-femminista di Donna Haraway: e se, come dice la filosofa americana, “le storie fanno i mondi. I mondi fanno le storie”, uno dei racconti possibili del mondo nuovo in cui potremmo trovarci a vivere domani.

“Essere sull’orlo della catastrofe non è più una metafora. Per uscire dall’atteggiamento distruttivo del “game over” che ci potrebbe cogliere, la filosofa Donna Haraway scrive Staying with the trouble, un saggio speculativo di eco-femminismo che include storie di fantascienza: esempi di futuri possibili in cui la specie umana unisce le forze ad altre specie per salvare il nostro pianeta e prendersene di nuovo (e meglio) cura. Partendo da questo spunto, lo spettacolo mostra una piccola colonia di individui migrati in aree danneggiate dallo sfruttamento umano, per risanarle grazie alla collaborazione con partner non-umani. Earthbound è un monologo di fantascienza per attrice e creature animatroniche che trasforma in spettacolo il pensiero eco-femminista contemporaneo, ibridando la tradizione del teatro di figura con tecniche di animazione innovative. Proprio per il suo essere incentrato sull’innovazione tecnologica nel settore del teatro di figura, Earthbound è tra i 122 progetti sostenuti da i-Portunus, bando europeo a sostegno della mobilità creativa che ha reso possibile la collaborazione con il team di João Rapaz, artista di effetti speciali e film di animazione, negli studi di Oldskull FX di Lisbona. Si rinnova anche per questo progetto, la collaborazione tecnica della compagnia con Igus®, azienda leader nella produzione di tecnopolimeri che fornisce la componentistica con cui sono realizzati gli scheletri dei pupazzi, sistemi di movimentazione che si basano su un’animazione generata dal movimento umano. Un tentativo di sinergia tra imprese culturali e industria tecnologica.”

Marta Cuscunà

prima assoluta

 

Dati artistici

liberamente ispirato a "Staying with the trouble" di Donna Haraway
(© 2016, Duke University Press)
di e con Marta Cuscunà
scene Paola Villani
assistente alla regia Marco Rogante
progettazione animatronica Paola Villani

realizzazione animatronica Paola Villani e Marco Rogante
scultura creature animatroniche João Rapaz, Janaína Drummond, Francisco Tomàs, Catarina Santiago, Rodrigo Pereira (Oldskull FX-Lisbona)
consulenza teorica Giacomo Raffaelli
sound design Michele Braga
luci Claudio “Poldo” Parrino
produzione Emilia Tomagna Teatro Fondazione, CSS Teatro Stabile di Innovazione del FVG, São Luiz Teatro Municipal, Etnorama Associazione Culturale
con il supporto di Istituto Italiano di Cultura di Lisbona, i-Portunus, A Tarumba – Teatro de Marionetas, i cittadini e le cittadine che hanno aderito al progetto #iosonoMecenate

una produzione di Earthbound ovvero le storie delle Camille • Produzione Emilia Romagna Teatro