fbpx
Stiamo caricando

Balasso fa Ruzante

(amori disperati in tempo di guerre)

A proposito di questo spettacolo

Natalino Balasso riscrive l’opera di Angelo Beolco detto il Ruzante e interpreta un nuovo testo teatrale dai toni ora comici e ora drammatici.

La vita del contando, le diverse sfaccettature che in ciascuna opera dell’autore padovano cambiano e caratterizzano un aspetto differente della personalità del Ruzzante stesso, vengono ripresi in questo spettacolo e fatti propri dall’interprete Natalino Balasso che riesce a riproporre quello stile ineguagliabile del Beolco.

E proprio come il Ruzzante, anche Balasso riesce a ricreare e reinventare un nuovo gergo, nuove sonorità che si ritrovano nei testi tratti dall’opere originali e nei componimenti letterari e teatrali del drammaturgo, attore e scrittore veneto.


Note:

Questo titolo è un inganno! È Ruzante che fa Balasso!

“Una drammaturgia fatta di scelte lessicali che sono, in pieno stile Ruzantiano, scelte politiche e polemiche. Un neo-dialetto obliquo, abbondante e spassoso, che rende concrete tre figure toccanti: l’amico rivale Menato, Gnua donna sottoposta eppure dominante e lo stesso Ruzante. Un uomo contemporaneamente furbo e credulone, pavido eppure capace di uccidere, un eroe comico dentro il quale scorre qualcosa di primitivo che lo rende immortale.”

Marta Dalla Via

Dati artistici

di Natalino Balasso
regia Marta Dalla Via
con Natalino Balasso, Andrea Collavino, Marta Cortellazzo Wiel
produzione Teatro Stabile di Bolzano, ERT / Teatro Nazionale
una produzione di Balasso fa Ruzante • Produzione Emilia Romagna Teatro