Stiamo caricando

Il gabbiano

Progetto Čechov – prima tappa

A proposito di questo spettacolo

«Con Čechov vedo la possibilità di tornare al senso pratico del teatro, deviando gli intellettualismi, scegliendo la semplicità e l’empatia». Sono le parole di Leonardo Lidi, a 35 anni già salutato come astro nascente della regia, che qui affronta il grande autore russo nella prima parte di «una trilogia su amore e dolore, in cui gli attori sono custoditi come una pietra preziosa da difendere nel teatro italiano del nostro tempo. Nel Gabbiano Čechov ride e piange con noi, non ride mai di noi».


La Biblioteca Delfini consiglia
Anton P. Cehov, Il gabbiano, Einaudi, 2007
Giulia Corsalini, La lettrice di Cehov, Nottetempo, 2018
Il gabbiano, regia di Sidney Lumet, A&R Productions, 2017 (Dvd)

 

Dati artistici

di Anton Čechov
regia Leonardo Lidi
con (in o.a.) Giordano Agrusta, Maurizio Cardillo, Ilaria Falini, Christian La Rosa, Angela Malfitano, Francesca Mazza, Orietta Notari, Tino Rossi, Massimiliano Speziani, Giuliana Vigogna
scene e luci Nicolas Bovey
costumi Aurora Damanti
suono Franco Visioli
assistente alla regia Noemi Grasso
produzione Teatro Stabile dell'Umbria, Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale, Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale
in collaborazione con Spoleto Festival dei Due Mondi
una produzione di Il gabbiano • Produzione Emilia Romagna Teatro